La galleria d’arte contemporanea Doppelgaenger nasce nel 2012 in Puglia a Bari, nel centro storico della città, dall’incontro della gallerista Antonella Spano ed il collezionista Michele Spinelli, e si avvale della collaborazione dello storico dell’arte Vittorio Parisi. Rispettando la vocazione insita nel nome, Doppelgaenger viaggia su un doppio binario di ricerca. La dualità del progetto è rivolta sia alle odierne indagini nelle arti figurative che alle sperimentazioni della video-arte, dell’installazione e della performance.
Missione principale di Doppelgaenger è di svelare i punti in comune tra i due interessi e farne strumento di confronto e studio. La galleria ha sede a Palazzo Verrone nel cuore della città vecchia: uno straordinario ibrido architettonico, che nel tempo, da casa-torre medievale è diventato palazzo gentilizio rinascimentale, oggi luogo d’accoglienza per le arti del contemporaneo.
Doppelgaenger è allo stesso tempo luogo espositivo e spazio abitativo.
All’interno del naturale percorso di galleria Doppelgaenger accoglie Xenìa.
XENIA è un progetto di residenza in sintonia con il concetto classico di ospitalità e si articola secondo una serie di regole e consuetudini non scritte.
Il programma ha una cadenza periodica e l’artista diventa a tutti gli effetti un “membro temporaneo” della galleria dove avrà la possibilità di costruire un tempo altro. Le sue attività e la sua missione prevedono che le tempistiche della residenza siano puntualmente dettate dalle singole necessità di produzione. Xenìa è anche un momento di riflessione sui luoghi urbani, che per propria natura, interesse storico e caratteristiche culturali, sono in grado di ispirare la creazione artistica. La galleria Doppelgaenger, non casualmente è situata a Palazzo Verrone, uno degli edifici più importanti e rappresentativi dell’antico centro storico di Bari: uno scenario dove gli artisti potranno inserirsi stabilendo con esso un forte rapporto di reciprocità.
SPECIAL PROJECTS è una sezione dedicata ai progetti che allargano il proprio sguardo sulla pluralità delle forme espressive d’arte.