Sam3

Fresh Flaneurs / 25 giugno – 14 settembre 2013

Due / 2 Luglio – 20 Settembre 2014

CIttà effimera / 16 giugno – 16 settembre 2015

“Sam3, 1980, vive e lavora a Murcia (Spagna)”: questa è l’unica informazione biografica reperibile sul sito dell’artista, che difende con tenacia il proprio anonimato e sfugge alla ribalta mediatica. Fedele alla natura clandestina e anti-sistema della nuova arte urbana, Sam3 preferisce parlare attraverso le proprie opere murali – spesso monocromatiche, incentrate sulla figura umana – realizzate in giro per il mondo e apparse sulle pareti di Madrid, Betlemme, Buenos Aires, San Francisco e San Paolo. Insofferente alle definizioni, Sam3 ritiene superfluo l’aggettivo “urbano”, applicato al suo lavoro, ma la sua opera è estremamente sensibile alle suggestioni dell’ambiente in cui si inserisce e allo sguardo del pubblico casuale della strada, con cui stabilisce un rapporto stretto e biunivoco. Il suo immaginario poetico e ironico prende forma attraverso una stupefacente rapidità d’esecuzione, una padronanza tecnica che si esprime preferibilmente su superfici estese e che talvolta ricorre a rappresentazioni anamorfiche, concepite cioè per assumere forma solo se osservate da una prospettiva determinata. A Bari, dopo avere affrescato il timpano della caserma Rossani, Sam3 ha realizzato un murale di grandi dimensioni sulla facciata del centro congressi della Fiera del Levante, un’opera ispirata dal contesto visuale – come è naturale per l’artista – e da lui descritta come “Il nuotatore delle rovine”.